Cosa succede durante un aborto?

Il metodo di aborto dalla settima settimana di gravidanza in poi è solitamente la curettage per aspirazione. In Svizzera la procedura viene eseguita in ambulatorio e sotto anestesia.
Nelle donne che non hanno mai partorito prima, la cervice viene ammorbidita tramite una somministrazione di ormoni. La cervice viene poi ulteriormente dilatata con dilatatorispeciali, i cosiddetti coni di Hegar, in modo che il medico possa inserire una cannula di plastica nell’utero. La pompa di aspirazione è collegata a questa cannula, che utilizza una potente aspirazione per strappare l’embrione in pezzi e estrarlo insieme alla placenta. La macchina ad ultrasuoni viene utilizzata per controllare se ci sono dei resti nell’utero. Se ci sono, vengono aspirati o viene eseguita una raschiatura.

Un aborto per raschiatura con una curette è eseguito raramente al giorno d’oggi. Viene impiegata ancora se si sono verificate complicazioni durante la curettage per aspirazione e sono rimasti nell’utero resti dell’embrione o della placenta. In questo caso, la cervice si allarga ancora di più rispetto alla curettage per aspirazione. L’intero utero viene poi raschiato a fondo con la curette. Questa procedura è più complessa dell’aspirazione e possono sorgere nuove complicazioni.