L’aborto tardivo

Aborti dopo la 12a settimana di gravidanza

In linea di principio in Svizzera, si applica una soluzione a tempo determinato, in base alla quale una donna che conferma per iscritto di trovarsi in una situazione d’emergenza può abortire senza penalità entro dodici settimane dall’inizio dell’ultimo ciclo mestruale.  Secondo questo principio, un aborto è considerato eccezionalmente impunito anche se, secondo un giudizio medico, è necessario evitare il rischio di gravi danni fisici o di un grave disagio emotivo da parte della donna incinta. In caso di aborto tardivo, più la gravidanza è avanzata, maggiore deve essere il rischio.

L’aborto tardivo, in particolare, può essere psicologicamente pesante per la donna e non deve essere sottovalutato. A seconda dello stadio evolutivo del bambino, viene ucciso nel grembo materno durante l’intervento e poi nasce.

Un periodo di riflessione tra la consulenza e l’aborto non è prescritto in Svizzera, ma è raccomandato a causa delle conseguenze della decisione.

 

Intervento in caso di crisi

I risultati spesso inaspettati della diagnostica prenatale possono mettere molta pressione sulle donne interessate e destabilizzarle. Si stanno diffondendo paure e anche domande come il modo di affrontare la situazione finanziaria e come l’ambiente potrebbe reagire a un bambino disabile.

L’idea di una vita con un bambino non sano è per molte persone un’idea completamente nuova e associata a numerose incertezze. Non è raro che le donne e le coppie colpite ne siano sopraffatte. In questa situazione, una conversazione con specialisti esterni è molto utile.

Non è prevedibile cosa scatenerà nelle persone interessate un aborto. Ecco perché nessuno dovrebbe essere messo sotto pressione da una diagnosi. Prendere una decisione sulla vita o la morte del proprio figlio può essere travolgente.

Non esiti a contattarci e ad approfittare della nostra consulenza gratuita.